Blog: http://ProtezioneCivilePD.ilcannocchiale.it

GIGLIO: PARLAMENTARI PD, SCELTA PIOMBINO NON E' ORDINARIA AMMINISTRAZIONE


     Firenze, 8 mar. - (Adnkronos) - "La scelta di indicare il porto di Piombino come destinazione per lo smaltimento della Costa Concordia non rientra nell'ordinaria amministrazione,ma si tratta di una scelta politica ben precisa. Il Quirinale valuti se il governo dimissionario e' nella posizione di poterla prendere''. E' quanto dichiarano i parlamentari del Pd Michele Anzaldi, Federico Gelli ed Andrea Marcucci, in merito al provvedimento annunciato oggi dal ministro dell'Ambiente Corrado Clini.

     ''Per poter portare il relitto della Concordia a Piombino - spiegano gli esponenti del Pd - occorrono ingenti lavori di adeguamento del porto, che potrebbero durare circa un anno, secondo quanto riportato dalla stampa. Cio' significherebbe che la nave rimarra' almeno fino al prossimo inverno sul mare del Giglio.
L'adeguamento di Piombino comporta, inoltre, altissimi costi, si parla di circa 150 milioni di euro. Altro elemento da considerare e' il rischio ambientale: scavare per 15 metri in un porto industriale come quello di Piombino significa incontrare chissa' quali tipi di rifiuti''.

     ''Di fronte a rischi di questo tipo - proseguono Anzaldi, Gelli e Marcucci - e' lecito domandarsi se un esecutivo dimissionario da alcuni mesi possa prendere simili decisioni. La scelta del porto per la destinazione del relitto e' rimasta bloccata per un anno e l'accelerazione avviene a pochi giorni dal possibile insediamento di un nuovo governo. La Presidenza della Repubblica valuti la congruita'
di questa procedura amministrativa''.

     (Red-Xio/Ct/Adnkronos)
08-MAR-13 16:25

Pubblicato il 11/3/2013 alle 12.50 nella rubrica cos'è oggi e dove andrà la PC.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web